Stop killing us – TonyMusic

Annunci

Don’t Sleep

Cosleeping, farsi pagare per dormire con qualcuno. 
La storia della 22enne Yuki: “Ma niente sesso”

Le prestazioni sessuali e la prostituzione non c’entrano: questa nuova tendenza riguarda piuttosto la solitudine, il desiderio di avere compagnia se si è soli o se si viaggia molto per lavoro. Chi decide di dividere le sue notti con una cosleeper deve pagare e i servizi hanno diverse tariffe: nnanzitutto bisogna fare una tessera d’iscrizione al club che di solito costa 2800 yen (circa 20 euro). Ogni 30 minuti di sonno si pagano 3000 yen (30 euro), il forfait da dieci ore costa 50000 yen, quasi 500 euro

di Micol Sarfatti | 3 giugno 2015 da “Il Fatto Quotidiano”