Migranti, Tripoli: “Non riusciamo a fare i soccorsi”

21 Gennaio 2019

Dopo il naufragio di venerdi in cui sono morte 117 persone e il soccorso in extremis da parte di un cargo della Sierra Leone dei 144 su un gommone che per tutta la giornata di ieri avevano chiesto aiuto senza che nessuno intervenisse, oggi la Guardia costiera libica ammette: “Non siamo in grado di effettuare soccorsi in tutte le situazioni”. E torna a chiedere mezzi e soldi all’Italia mentre i ministri Salvini e Toninelli esprimono soddisfazione per gli interventi di ieri. Esplode la polemica di Ong e opposizioni sul ritorno in Libia dei 393 migranti intercettati nelle ultime 48 ore nel Mediterraneo. Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr Italia, accusa: “Il ritorno di persone da acque internazionali verso la Libia è contro il diritto internazionale”. Il Viminale: in Italia dall’inizio dell’anno ad oggi arrivati in 155, l’anno scorso erano stati 2730.

(Alessandra Ziniti – Repubblica)

Annunci

Oliver Sacks

  
Londra 9 luglio 1933 – New York 30 agosto 2015

Quello qui sotto è l’ ultimo  Tweet che ha postato Oliver Sacks. È un video con un flashmob dell’Inno alla gioia, dalla Sinfonia n.9 di Beethoven. 
“A beautiful way to perform one of the world’s great musical treasures.”
“Un modo bellissimo di suonare uno dei più grandi tesori musicali del mondo”aveva commentato il 23 agosto 2015 il neurologo-scrittore di bestseller morto a 82 anni per un tumore.  Sacks amava la musica: agli effetti della musica sul cervello aveva dedicato uno dei suoi bestseller, “Musicophilia”, del 2007. 

“Sono i miei pazienti che hanno un rapporto particolare con la musica. Una volta ho avuto come paziente un’ex insegnante di musica, descritta in Risvegli, che diceva di essere stata ‘demusicalizzata’ dal morbo di Parkinson, ma che poteva essere ‘rimusicalizzata’. C’erano  alcuni pazienti che erano capaci di cantare, ma non di parlare. La cosa importante è il ritmo. Molti di questi malati è col ritmo che riescono a comunicare. Ad esempio, per la malattia di Alzheimer, la parte rilevante della musica sembra essere quella emotiva, e la memoria musicale sembra essere più forte di qualunque altro tipo di memoria”. 

Da: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Oliver-Sacks-ultimo-tweet-un-flashmob-di-inno-alla-Gioia-e6765e5b-81e6-49c3-a118-a4648cad7a84.html?refresh_ce

Troppo grassa

Le agenzie la ritengono troppo “grassa” per sfilare e allora la modella Agnes Hedengard denuncia il fatto con un video su YouTube.La magrissima modella 19enne dopo 5 anni di sfilate ha pubblicato sul suo canale Youtube un video in cui, mettendo in mostra il suo fisico, accusa le agenzie di moda che la ritengono troppo grassa per sfilare. Ma lei non si è arresa: ora fa la commessa per arrivare a fine mese.