Cassazione: l’offesa via SMS non è diffamazione

È escluso il reato di diffamazione, se l’offesa, diretta a terzi, è inviata tramite sms. Lo ha affermato la quinta sezione penale della Cassazione, nella sentenza n. 22853 del 31 maggio scorso, in una vicenda inerente la condanna, per diffamazione, irrogata nei confronti di una madre a causa di un messaggio inviato al telefonino della figlia contenente offese riguardanti una terza persona. 

Secondo la S.C., infatti, per integrare il delitto di diffamazione occorre non solo l’elemento psicologico consistente nella consapevolezza di pronunciare (o scrivere) frasi lesive della reputazione altrui, ma altresì la volontà che le offese denigratorie siano conosciute da più persone. 

Per concretizzare la diffamazione, pertanto, è necessario che l’autore comunichi, ad una o più persone, il contenuto lesivo della reputazione altrui, con modalità tali che la “notizia” sia portata sicuramente a conoscenza di terzi, come avverrebbe se l’sms fosse inviato in una chat di gruppo, pubblicato in un social network, ecc.

Diversamente, per la Cassazione, l’sms denigratorio, inviato direttamente al soggetto destinatario dell’offesa, farebbe scattare il reato di ingiuria.

Articolo completo al link:

Studio Cataldi.it

L’amore è un atto di fede

L’amore non si può dimostrare.
Se vi viene chiesto di dimostrarlo, non cè nessuna cosa che potete fare
senza lasciare il dubbio che stiate fingendo.

                                   — L’amore è un atto di fede.–

**************************************

L’amore è tutto
e niente
         Fa crepare di rabbia
fa ridere
fa piangere
          è il W.C degli spermatozoi
è paradiso in terra.
L’amore è tutto
e niente.
        Fa bestemmiare
e pregare
fa diventar poeti

            “pulisce le sconcezze”
dissacra, incanta
urla
         canta
ferisce
            guarisce.

Ipotesi d’Amore – Mino Rimondi

La sindrome del cuore spezzato 

Il cuore si spezza davvero!
Non si tratta di un termine poetico.Stiamo parlando di un tipo di cardiomiopatia che, secondo i medici, colpisce quasi esclusivamente le donne.
La forma naturale del cuore ci appare approssimativamente come un pugno.
Con “la sindrome del cuore spezzato”, vera deformazione fisica, assume una forma strana, appare fermo, addormentato, tranne la parte superiore che continua a battere.

È una condizione che si associa in genere a un evento di forte stress o traumatico come per esempio un lutto, una separazione o la perdita di un amore.
Questa situazione, in realtà è un meccanismo di difesa del cuore stesso che si vuole proteggere dagli eccessivi scarichi di adrenalina conseguenti all’evento drammatco vissuto.Scientificamente, questa condizione è chiamata “tako-tsubo” o cardiomiopatia da stress.Normalmente,l’azione stimolante dell’adrenalina sul cuore è importante per aiutarci a mandare più ossigeno in tutto il corpo durante situazioni stressanti, ma può essere pericolosa se questoa va avanti troppo a lungo. Nei pazienti con sindrome da cuore infranto, l’adrenalina funziona invece in modo diverso e “spegne” il cuore. Questo sembra proteggere il cuore da una sovrastimolazione. Il pericolo è che questa condizione perduri troppo nel tempo e che la regolazione dell’adrenalina vada fuori controllo.
Secondo i ricercatori, a causa della somiglianza dei sintomi, circa il 2% sospettate di essere vittime di un generico attacco cardiaco, in realtà erano sotto questa condizione che, finalmente, è stata riconosciuta.
I medici fanno notare che il tutto si traduce in uno scompenso cardiaco acuto. In generale, la maggioranza delle persone in questa condizione si riprendono del tutto nel giro di qualche giorno o, al massimo, settimana.

“Il compagno di viaggio deve essere l’amore non il soggetto d’amore”(Replay)

Perdere ogni giorno il treno delle 8:52
sorseggiare il caffè dalla stessa tua tazza
tutti quei segreti che condividevamo e che
pensavamo nessun altro sapesse,
questo è quello che mi manca di te
la nuova strada che l’amore mi ha fatto vedere
la tua timida smorfia quando mi hai chiesto se
mi avrebbe fatto piacere avere le chiavi di casa tua
il modo d’intesa che avevi di accarezzarmi
questo è quello che mi manca di te
mi hai rapito con il tuo sorriso brillante che mi ha entusiasmato
guidare con te nella tua nuova macchina, sentendomi libera
se è vero che l’amore è cieco allora io sono stata cieca volentieri
mi hai fatto sentire che avevamo un futuro,
che potevamo essere e saremmo stati
il modo in cui dicevi che non sarei stata nessuno da sola
la tua abitudine di inzupparti in acqua di colonia troppo costosa
il modo in cui spegnevi la luce quando sapevo che eri a casa
questo è quello che non mi manca di te
scommetto che stai usando la tua solita magia come fosse nuova
guidando così velocemente con una nuova stupida accanto a te
presumibilmente credendo che lei sia l’ultima delle poche fortunate
mi chiedo se lei sa che le stai mentendo come hai fatto con me
il modo in cui dubitavo solo di me stessa quando stavo con te
come se fossi una stupida ad aspettarmi qualcosa anche dalla vita
la tua abilità di mortificarmi di fronte a tutti quelli che conoscevamo
questo è quello che non mi manca di te

What I Miss About You – Katie Melua 

amore 2015

Donna del miracolo
sono ancora qui che attendo
non farmi aspettare ancora
ho bisogno di te.
Ti voglio bella, calda, tenera e dolce

per camminare sotto le stelle
tenendoti alla vita
e sentirti vibrare sotto la mia mano;
per bere dalla tua bocca
parole leggere d’amore;
per ascoltare
le note del mare calmo e del silenzio;
per ridere come fanciulli
per sorridere di un passato effimero
per vedere l’invidia degli altri
che guardano la nostra isola d’amore
— in mezzo alla folla —
mentre torniamo a notte
verso il nostro letto d’estasi.
Ti aspetto, fai presto
o schianto.
Mino Rimondi

Nel 1979  Franceso Alberoni pubblicava “Innamoramento e Amore”, un saggio rivoluzionario di grande successo, mentre nel 2004 con “Sesso e amore” molti concetti esposti nel 1979 vengono riveduti.

“Sesso e amore”:
“Il compagno di viaggio deve essere l’amore non il soggetto d’amore”
L’anima gemella si incontra solo una volta nella vita e spesso non si incontra quasi mai.
L’innamoramento, vero stato euforico, dura sempre circa un anno durante il quale il partner viene idealizato e visto senza inperfezioni, poi finita questa fase si cominciano a vedere i difetti, si accusa il partner di essere cambiato ma in realtà  siamo noi ad essere cambiati.Al nostro tempo i matrimoni in media durano tre anni e la media si abbasserebbe notevolmente contando le convivenze.
“Il compagno di viaggio deve essere l’amore non il soggetto d’amore”
noi cambiamo e cambia il soggetto d’amore.L’amore è storico, ha sempre un inizio e una fine.
In pochissimi casi l’innamoramento si trasforma in amore, avviene solo se  il cambiamento avviene nello stesso momento ,allora capita di vedere coppie che stanno insieme una vita: le così dette anime gemelle.
Negli altri casi si ha a che fare con i sosia karmici, la cosa peggiore che puo’ capitarci d’incontrare, sono simulatori abilissimi delle anime gemelle e possono passare anni prima di venire scoperti ,ma ormai è tardi, hanno fatto danni irreparabili.

Fragile – Fiorella Mannoia

 Fragile – Fiorella Mannoia- testo di Piero Fabrizi (2001)

Mai nessuna meraviglia potrà più toccarmi
mai nessuna comprensione potrà mai guarirmi
mai nessuna punizione sarà più severa
mai nessuna condizione sarà mai più vera
Se il mio cuore avesse fiato correrebbe ancora
e invece resta lacerato dentro una tagliola
quale grado di stupore potrei superare
quale tipo di dolore potrei consumare
Non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo
non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo
È un altare di ricordi questa stanza nera
sacro luogo di promesse per la vita intera
quanto nitido rancore dovrò cancellare
quale livido silenzio dovrò sopportare
Non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo
non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo
Non ho più te, sono fragile perché
non ho più te, sono fragile perché
non ho più te
Sono fragile perché sono un nido caduto
sono fragile perché non ho più te
sono fragile perché sono seta nel fuoco
sono fragile perché non ho più te
Non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo
non ho più te, sono sola al mondo
non ho più te, buio più profondo

                                 “Fragile” : cinque minuti di parole che fanno male, in un video inquietante, dove si vede una donna sola, disperata, quasi intrappolata in casa .Il video, così come la canzone, testimonia la voglia di accettarsi così come si è, pur nel dolore che ciò può comportare. Come puoi amarti e volerti bene, se chi ti ama (o meglio ti amava) ti ha abbandonato? 

“Come puoi sentirti soggetto d’amore se alla fine ti trovi a muoverti tra le pareti di una casa con la percezione di essere niente più che un soprammobile”?


Sono un gatto

Sono un gatto cui hanno limato le unghie,
sono un angelo cui hanno tarpato le ali.

Hanno detto di me le cose peggiori

che si possono dire a un uomo.

Ma cos’è un uomo?

Un uomo è anche colui che regala una rosa

con l’innocenza di un bambino.

Un uomo è prima di ogni cosa

colui che sa amare con la purezza del cuore.

 TonyM – 7 giugno 2006

Il sonno degli Angeli 

Svefn-G-englar – Sigur Ròs

Sono tornato dentro di te.

È così bello essere (qui)

Fermarsi un po’

Fluttuo in correnti marine

(in un hotel)

Connesso alla corrente elettrica

(mi nutro)

Ma l’attesa mi inquieta… (piombo)

Fragile (rischioso) dò un calcio (e posso urlare)

“Devo andarmene” (Aiuto)

Poi tutto esplode e la pace finisce

(Immerso in una luce nuova

piango e piango, disconnesso)

Un cervello in disuso appoggiato al petto

nutrito da coloro che parlano nel sonno

The closest thing to crazy – (La cosa più vicino alla pazzia) Katie Melua

Come posso sentirmi in piedi così salda

e sentire l’aria sotto i miei piedi?

Come può la felicità apparire così sbagliata?

Come può l’infelicitá apparire così dolce?

Come puoi lasciarti guardarti mentre dormi

e poi spezzare i miei sogni come fai tu?

Come posso esserci  caduta così profondamente?

Perchè mi sono innamorata di te?

Questa è la cosa più vicina alla pazzia che io abbia mai provato

Essere ventiduenne  e comportarsi come una diciasetenne

Questa è la cosa più vicina alla pazzia che io abbia mai  conosciuta

Non sono mai stata così pazza

e ora so che c’è un legame tra le due cose

essere vicina alla pazzia ed essere vicina a te

Come puoi lasciarmi cadere?

e poi fermare la mia caduta con bugie d’amore.

E’ cosi semplice spezzare un cuore

è così semplice chiudere i tuoi occhi

Come puoi trattarmi come una bambina?

e come una bambina sento la tua mancanza

Come fai ad essere così selvaggio?

Come ci si può sentire cosi depressi?

Questa è la cosa più vicina alla pazzia che io abbia mai  provato

essere vicina alla pazzia ed essere vicina a te.

La cosa più vicina alla follia – Katie Melua