Secondo me – Brunori Sas

Secondo me hanno ragione anche i vegani

Ci incazziamo per i cani abbandonati poi ci ingozziamo di insaccati

E in fondo dai, parliamo sempre di Salvini

Di immigrati e clandestini

Ma in un campo rifugiati

A noi non ci hanno visto mai

Secondo me non è che devi esagerare

Con la lotta al capitale

Ogni tanto ci puoi andare

Pure al centro commerciale

E lo so che è disgustoso

Disonesto e criminale

Ma d’estate si sta freschi e puoi sempre parcheggiare

Secondo me, secondo me

Io vedo il mondo solo secondo me

Secondo me, secondo me

E scrivo al mondo solo secondo me

Chissà com’è invece il mondo

Visto da te

Chissà com’è invece il mondo

Visto da te

Secondo me prendiamo troppe medicine

Andiamo troppo dal dottore

Anche se è solo un raffreddore

Se c’è una cosa che mi fa spaventare

Del mondo occidentale

È questo imperativo di rimuovere il dolore

Secondo me ci siamo troppo imborghesiti

Abbiamo perso il desiderio

Di sporcarci un po’ i vestiti

Se canti il popolo sarai anche un cantautore

Sarai anche un cantastorie

Ma ogni volta ai tuoi concerti

Non c’è neanche un muratore

Secondo me, secondo me

Io vedo il mondo solo secondo me

Secondo me, secondo me

E scrivo al mondo solo secondo me

Chissà com’è invece il mondo

Visto da te

Chissà com’è invece il mondo

Visto da te

Secondo me dato che sono diciott’anni che ci vogliamo bene

E che dormiamo insieme

A che ci serve un prete o un messo comunale

Se c’è una cosa innaturale

È doversi dare un bacio

Davanti a un pubblico ufficiale

Secondo me, secondo me

Io vedo il mondo solo secondo me

Secondo me, secondo me

E scrivo al mondo solo secondo me

Chissà com’è invece il mondo

Visto da te

Chissà com’è invece il mondo

Secondo te

Testo di Secondo me © Warner/Chappell Music, Inc