The Model – Kraftwerk

Il co-fondatore del gruppo pionieristico di musica elettronica Kraftwerk, il tedesco Florian Schneider-Esleben, è morto a 73 anni per cancro.

    Kraftwerk – che significa “centrale elettrica” ;;- voleva rendere la musica più simile alle macchine che agli umani. Sul palco, i suoi membri in costumi identici imitavano dei robot. La sua musica, che combina bassi ossessivi, pad sintetizzatori e rhythm machine, ha conquistato il pubblico e un certo numero di artisti, da David Bowie ai Daft Punk..

Pioneri dagli anni ’70, ruotavano attorno all’onnipresenza delle macchine e al ruolo crescente della tecnologia nella vita di tutti i giorni.

Il loro brano principale di 22 minuti, Autobahn (autostrada in tedesco), un inno alle autostrade tedesche che è diventato un successo mondiale, mostra l’atteggiamento per metà candido e per metà critico di Kraftwerk nei confronti della modernità. Nel 1976 Bowie disse alla rivista musicale Rolling Stone: “La mia band preferita è una band tedesca chiamata Kraftwerk”.

King of the Mountain – Kate Bush

Puoi vedere le corsie delle donne?

Puoi vederle piangere e urlare?

Potresti vedere la tempesta che aumenta?

Potresti vedere il ragazzo che era alla guida?

Potresti salire sempre più in alto?

Potresti salire a destra sopra le righe?

Perché un multi-milionario

riempie la sua casa con cose di poco prezzo?

Il vento fischia

Il vento fischia

per la casa

Elvis, é li fuori da qualche parte

che ci guarda come un uomo felice

Nella neve con Rosebud

c’é il re della montagna

Un’altra cameriera di Hollywood

dice di avere il tuo bambino

c’è una voce che dice che sei  sul ghiaccio

E risorgerò un giorno

mentre stai ballando sulla tua tomba

Il vento fischia

Il vento fischia

Per la casa

Elvis, si è fuori da qualche parte

come un uomo felice

Nella neve con Rosebud

c’è il re della montagna

Il vento soffia

Il vento soffia dalla porta chiusa

Richard Ashcroft – Spezziamo la notte col colore

Spezziamo La Notte Col Colore

Stupidi, pensano che io non sappia
quale strada sto prendendo
Se mi incontri per strada è sto esitando
è solo perchè so quale strada sceglierò

Ho visitato i corridoi del malcontenti
solo per la ricerca della verità,
il mondo è così spaventoso
niente va bene al giorno d’oggi
perchè niente va mai bene

non voglio sapere i tuoi segreti
giacciono pesanti sulla mia testa
spezziamo la notte col colore
è tempo per me di andare avanti

lunedì mattina arriva come la comprensione,
mamma pensa che io stia a terra
ho un aspetto spaventoso
niente va bene al giorno d’oggi
perchè niente va mai bene

non voglio sapere i tuoi segreti
giacciono pesanti sulla mia testa
è tempo che io esca dal mio guscio
è tempo per me di andare avanti

arrenditi, torneremo qui ancora
dovrai arrenderti,torneremo qui ancora