Sigur Rós – Fjögur piánó ( Valtari Fim Esperiment n.3)

Valtari ([ˈval̥tarɪ] , dall’islandese “rullo compressore”) è il sesto album in studio della band islandese Sigur Rós, stampato nel 2012.

Dopo l’uscita del disco ha preso il via l’iniziativa del Valtari mystery film experiment. La band ha contattato 12 registi, dando a tutti lo stesso budget limitato e chiedendo di creare semplicemente tutto quello che fosse venuto loro in mente, senza alcun controllo creativo in modo che essi possano esprimersi in piena libertà.

L’elenco dei cortometraggi è il seguente:

ég anda, realizzato da Ragnar Kjartansson.

varúð, realizzato da Inga Birgisdóttir.

fjögur píanó, realizzato da Alma Har’el.

rembihnútur, realizzato da Arni e Kinski.

ég anda, realizzato da Ramin Bahrani.

varúð’, realizzato da Ryan McGinley.

varðeldur, realizzato da Melika Bass.

dauðalogn, realizzato da Henry Jun Wah Lee.

seraph (rembihnútur ed ekki múkk), realizzato da Dash Shaw e John Cameron Mitchell.

ekki múkk, realizzato da Nick Abrahams.

dauðalogn, realizzato di Ruslan Fedotow.

fjögur píanó, realizzato da Anafelle Liu.

varðeldur, realizzato da Clare Langan.

valtari, realizzato da Christian Larson.

varúð, realizzato da Björn Flóki.

leaning towards solace (dauðalogn e varúð), realizzato da Floria Sigismondi.

Da Wikipedia

I love you

Mai visto luci si effimere e belle
mai visto tanta caduta di stelle!
Mani e braccia protese in tutto il cielo
subito cancellate, estinte, morte:
tutto chiude la notte con il suo velo.
Con grandi scoppi si innalzano scie
di luccicanti colori di fiamma;
alte, altissime vanno a costruire
trame, arabeschi che corrono liquidi
subito sfilacciati, presto spenti,
come acqua nella sabbia già scomparsi.
Restano nubi di fumaglia bianca,
nella memoria diademi di perle
e ora a scriver la mano meno stanca!
Arcidio Baldani – Opera Tredicesima: Poesie- I Fuochi d’ Artificio

Il vuoto

Vorrei sparire
non dico morire
vivere senza tempo
smettere di alzarsi
e trovarsi nel nulla
nel vuoto dei sentimenti
che  ti circondavano
nell’assenza di quello
che ti faceva andare avanti
Raggiungere la libertá dalle schiavitù
dei sentimenti
ma ormai é troppo tardi
è finito il tempo
il tempo dei sogni
il tempo dei canti
non si vive senza cuore
Ogni organo é doppio
ma il cuore é uno solo
 perché se è il più importante?
Il cuore dell’anima
si ferma se lo trascuri.
Strisciano ombre sul pavimento
   maledetta dolce amara signora
passi anche da una porta chiusa
mentre la tua è sempre aperta.
TonyM