Il suo “miao”è solo per l’uomo.

I gatti hanno imparato a dire ‘miao’ per comunicare con gli esseri umani. Tra loro, i felini usano molti altri suoni e segnali, ma mai un miagolio. E’ quanto ha scoperto un gruppo di ricercatori della Cornell University (NY), dopo aver avviato un complesso programma di studio sul verso dei gatti. “Il miagolio è un sistema di comunicazione che i gatti hanno sviluppato nel tempo per entrare in contatto solo con gli umani e per manipolarne i sentimenti”, spiega Michel Owren, responsabile del Laboratorio di psicologia della voce e del suono presso l’università americana.

ROBERTA PIZZOLANTE 17 MAG 2002

Fiocco 2005

Fiocchetto sta meglio ma da ieri pomeriggio ogni 2 ore emette qualche lamento con fuoriuscita di liquido trasparente dalla bocca accompagnato da un pò di pipì, dura qualche minuto, poi subito dopo si mette a mangiare.Mia sorella ha telefonato 4 o 5 volte alla clinica veterinaria ed il dottore le ha spiegato che il farmaco che prende ha bisogno di tempo per fare pieno effetto. Io lo sorveglio tutto il giorno stando in silenzio perchè Fiocco sta quasi sempre sotto un letto e cerca il buio.Per fortuna non ha avuto più convulsioni ma due volte al giorno prende il Luminale ad uso umano che è un barbiturico antiepilettico, In teoria dovrebbe sedarlo ma lui sta sveglio tutta la notte ma faceva così anche quando era ricoverato.

  

Al via il festival della carne di cane e gatto 

Le proteste non fermano la tradizione, al via il festival della carne di cane e di gatto.

A Yulin, in Cina, da sabato 21 giugno parte l’evento osteggiato dagli animalisti (e non solo) di tutto il mondo. Mangiare carne di cane e gatto non è un tabù in Cina ed è legale. La città per l’occasione diventa un enorme macello.

 

Almeno 10 mila animali  vengono uccisi per essere messi in tavola. Negli anni recenti, il festival è stato oggetto di campagne da parte degli animalisti (ma non solo) intenzionati a contrastarlo sempre di più sui media e su internet con le petizioni online, ma anche manifestando fuori dai macelli e nei mercati dove i cani e i gatti sono venduti.

  
Mangiare carne di cane o di gatto ‘in Cina (ma anche in Vietnam e in altri Paesi del Sud est asiatico) non è un tabù come in Occidente. La tradizione vuole che mangiare carne di cane e gatto, bevendo liquore, permetta di godere di buona salute durante l’inverno. Oltre alle proteste degli animalisti in molti sottolineano che il festival di Yulin è una minaccia alla salute pubblica perché i cani e i gatti non sono sottoposti ad alcuna quarantena che verifichi la loro salute, vengono tenuti nelle strade e rubati ai loro padroni. 

  
Spesso sono anche catturati grazie all’avvelenamento con sostanze chimiche, che possono essere dannose per le persone. Secondo Deng Yidan, di Animals Asia, la pratica, oltre a provocare violenze e abusi su questI animali. danneggia l’immagine della Cina agli occhi del mondo. «La copertura mediatica negativa aumenta, su furti di cani e gatti, attività criminali, questioni igieniche, timori di infezioni da rabbia, per non citare la divisione nella società tra chi è pro e chi contro  il festival.Tutto .questo fa una pubblicità sempre più negativa a Yulin, più che dare un ritorno economico», Il governo di Yulin, intanto, ha tentato di distanziarsi dal festival dicendo che non è appoggiato formalmente. I media di Stato riportano che ha ordinato ai ristoranti di togliere i riferimenti alla carne di cane e gatto dai menu e cartelloni, ma non ne ha vietato la vendita o il consumo, che in Cina sono legali.