I’m loosing you – John Lennon

Qui in una stanza sconosciuta

nel tardo pomeriggio

cosa ci faccio?

non ho dubbi

Ti sto perdendo

I cavi si sono intrecciati in modo strano

la connessione si è interrotta

non riesco neanche a parlarti al telefono

voglio gridarlo

Ti sto perdendo

Qui, nella valle dell’indecisione,

non so cosa fare

sento che mi stai sfuggendo

Ti sto perdendo

Bè, dici che non ti do abbastanza,

ma ti ricordi tutti i brutti momenti passati?

E che diavolo dovrei fare?

Metterci un cerotto sopra?

Per fermare la perdita di sangue

Fermala tu, la perdita di sangue

Lo so, ti ho ferito allora

ma è stato un sacco di tempo fa

Vuoi portare ancora quella croce?

Non voglio più sentirne parlare

Ti sto perdendo

Ti sto perdendo

I’m loosing you – John Lennon

Il Candore di Myriam,una bimba di dieci anni.

 La serenità, la dolcezza ed il sorriso disarmante, nel raccontare un’esperienza difficile come quella di una profuga, senza odiare chi l’ha costretta ad abbandonare la sua casa. È il caso di Myriam, una bambina originaria di Qaraqoush, nel nord dell’Iraq, che ora vive in un campo profughi dopo che la sua terra è stata assalita e devastata dai jihadisti del Califfato.
“Sono molto triste perché ci hanno costretto a lasciare la nostra casa”  
 

What I Miss About You! – Katie Melua

Perdere ogni giorno il treno delle 8:52
sorseggiare il caffè dalla stessa tua tazza
tutti quei segreti che condividevamo
e che pensavamo nessun altro sapesse,
questo è quello che mi manca di te

la nuova strada che l’amore mi ha fatto vedere
la tua timida smorfia quando mi hai chiesto
se mi avrebbe fatto piacere avere le chiavi di casa tua
il modo d’intesa che avevi di accarezzarmi
questo è quello che mi manca di te

mi hai rapito con il tuo sorriso brillante che mi ha entusiasmato
guidare con te nella tua nuova macchina, sentendomi libera
se è vero che l’amore è cieco allora io sono stata cieca volentieri
mi hai fatto sentire come se avessimo un futuro,
che potevamo essere e saremmo stati

il modo in cui dicevi che non sarei stata nessuno da sola
la tua abitudine di inzupparti in acqua di colonia troppo costosa
il modo in cui spegnevi la luce quando sapevo che eri a casa
questo è quello che non mi manca di te

scommetto che stai usando la tua solita magia come fosse nuova
guidando così velocemente con una nuova stupida accanto a te
presumibilmente credendo che lei sia l’ultima delle poche fortunate
mi chiedo se lei sa che le stai mentendo come hai fatto con me

il modo in cui dubitavo solo di me stessa quando stavo con te
come se fossi una stupida ad aspettarmi qualcosa anche dalla vita
la tua abilità di mortificarmi di fronte a tutti quelli che conoscevamo
questo è quello che non mi manca di te

Ho pianto per te – I cried for you – Katie Melua

Sei bellissima, così silenziosa
sotto questa tonalità di blu
mi colpisce violentemente
quando ti guardo

Gli altri passano senza sosta
per  sentire la magia nelle tue mani
Per me sei come una rosa selvatica
nessuno capirà mai perché

Ho pianto per te
quando il cielo ha pianto per te

E quando te ne andasti
divenni uno sbandato senza speranza

Ma questa vita non era per te
Penso di aver imparato da te
che questa bellezza può essere solo un sussurro

Attraverserò il mare cercando un mondo diverso
con il tuo tesoro, per me un segreto da mantenere

Col tempo gli altri potranno anche dimenticare
questo amore, o il fatto che ci conoscessimo
ma non potranno mai sapere
quanto significavi per me

Senza di te ora vedo
quando può essere fragile il mondo
E so che te ne sei andata
ma nel mio cuore ci sarai per sempre

Testo e musica di Katie Melua

Mi manchi

2194212

Mi manchi
vorrei solo averti qui
mi è crollato
il mondo addosso quando mi hai detto addio
ma mentre mi ripeto tutto passa
so che sono bugiardo:
non ti dimenticherò mai

Il ricordo della tua voce
mi da i brividi
i tuoi sospiri lontani
li sogno tutte le notti
le tue mani
i tuoi baci
mi sfiorano ancora
ma come un cretino
ho fatto svanire ogni possibilità
Mi manchi…
ho freddo, ma c’è il sole
le parole
per riportarti nel mio cuore
ancora le devono inventare
proverò a crearle io
Mi è tornata la paura
la paranoia di non essere giusto
per avere un po di amore
non vorrei fosse così…
servirebbe un miracolo
la statua mia
che lacrima sangue
allora forse capiresti
che sono sincero
quando ti chiedo perdono
Mi manchi…
guardo la tua foto
per sentirti ancora mia
ma non funziona
anche se sei nei miei pensieri
e nei miei desideri.
TonyM

Per il resto… che bello dormire da soli!

IMG_1041

Foto by TonyM

Battiato:”Io mai innamorato, che bello dormire da soli”.
“La passione è una zavorra. Quanti uomini uccidono perché si sentono rifiutati?.L’arte è cosa sublime. Non possiamo considerare la musica come una colonna sonora per amori spezzati. Un artista che si documenta e legge non fa altro che condividere le sue conoscenze. La musica è una lingua in codice che ha il potere di trasportarti in mondi che non hai mai esplorato. Ma perché mi fa parlare di queste cose? Proprio io che mi vanto di non essere mai stato innamorato?”. Una bella fortuna… “Sì, ma rischio di mettermi in cattiva luce. In realtà sono stato innamorato, a sedici anni:  un altro anno di quei tremblement mi avrebbero ucciso. So cosa vuol dire, ho provato quell’ebbrezza. Ma ora stiamo parlando dell’amore cosciente, quello che arriva dopo. Mai accettata l’idea dell’innamoramento come perpetuazione del malessere, quando nella coppia iniziano i sadismi… È umiliante. No, no, da qui non passa”.

“La passione è una malattia, una zavorra che ci trascina verso il basso. Di amori veramente riusciti, a esser generosi, ce n’è uno su un miliardo. La cronaca ci parla quotidianamente di coglioni che credono di essere i proprietari dei genitali dell’altro. Non è questo che genera il femminicidio cui stiamo assistendo? Quanti uomini uccidono perché si sentono rifiutati? Vogliamo chiamarlo amore? Quell’uno su un miliardo si verifica quando due stature di altissimo livello si incontrano; allora non si litiga per un dentifricio, e il calo del desiderio non è la ragione sufficiente per una separazione. C’è un malinteso intorno all’amore e al sesso. Troppi credono che sia un sentimento che esplode in una forte tensione sessuale e dopo un po’ scema. Ma quella è un’infatuazione, un abbaglio. Anche l’orgasmo è un momento più complesso di una semplice eiaculazione, è la prova generale dell’abbandono del proprio ego.
Ci sono belle canzoni d’amore, non sono mai stato contrario alla musica leggera. Ma non mi hanno influenzato. Queste trappole sono fuori dalla mia dimensione.
A diciannove anni, all’epoca non pensavo ancora di fare il musicista, non avevo quel fuoco. Ne fui ancora più certo dopo aver inciso un brano che si chiamava”E l’amore”, nel 1968, che vendette centomila copie. Non tantissime all’epoca in cui i 45 giri fortunati vendevano milioni, ma sempre una cifra ragguardevole per un debuttante.
Un giorno mi trovavo in Galleria del Corso a Milano una domenica pomeriggio, a distanza di cento metri un gruppo di venti ragazzi cantavano in coro la mia canzone,mi sentii un ladro, mi nascosi. All’epoca non sapevo niente, volevo ancora far successo. Mi mandarono al Disco per l’estate, sentii un senso di straniamento: che ci faccio qui? In mezzo alle Lise dagli occhi blu? Così cambiai direzione. Nel ’69 ero a Londra per acquistare un sintetizzatore Vcs3. Cambiai vita, abbracciai l’avanguardia. Non fu così semplice, uscivo da una profonda crisi esistenziale. Mi consigliarono un psicoanalista. Fu la mia salvezza. Mi spiegò che non era nulla di grave, niente sedute, mi prescrisse dei farmaci. Scendendo le scale dello studio mi dissi: è quello che meriti, cretino, ti sei messo nelle mani di uno che non sa neanche chi sei. Ovviamente non comprai mai quelle pillole. Appallottolai la ricetta e la gettai nella spazzatura. E da selvaggio, in casa, mi distesi sul pavimento. Poco a poco scoprii che potevo indagare l’interiore. Quella sì fu un’esperienza fantastica. Per il resto… che bello dormire da soli!”.

Anime a pezzi

Anima gemella

Anima gemella
Karmico amore
davvero non mi importa
mio caro dottore *
Vorrei solo un cuore
un anima che m’ama
con tutto il suo affetto
un amicizia senza difetto
Vorrei anche solo un pezzo
del suo cuore offeso
vorrei farle sparire
paure e affanni
Vorrei anche solo un attimo
del suo grande amore
per essere degno del nostro Signore 
Riscattare  un’intera vita
  passata a correre a vuoto
senza una meta
Vita sacrificata al Dio Denaro
cogliendo fiori appassiti
scambiati per stelle
come scrive il mio poeta
nelle sue “Sfulingo”
sublimi scintille.
TonyM – Maggio 2015                                               * psicoanalista 

                                                                      

Pièce by pièce ( Un pezzo per volta) testo e musica di  katie Melua

 Prima di tutto deve sparire
il tuo profumo dal mio cuscino 

poi dirò addio ai tuoi sussurri nei miei sogni. 
Qunidi le tue labbra se ne andranno
della mia mente e dal mio cuore

perchè il tuo bacio
scendeva più in profondità della mia pelle. 

Un pezzo per volta
ecco come ti lascerò andare 

un bacio dopo l’altro
lascierà la mia mente

uno alla volta
uno alla volta 

Prima di tutto devono volare via
i miei sogni ti de e di me 

Non ha senso aggrapparvisi
e quindi i nostri legami si romperanno

nel tuo e nel mio interesse, 
solo ricorda
questo è ciò che tu hai scelto 

Un pezzo per volta
ecco come ti lascerò andare 

un bacio dopo l’altro
lascierà la mia mente, 

uno alla volta
uno alla volta
me ne sbarazzerò come una vecchia pelle

 i ricordi dei nostri giorni oziosi 
si dissolverà l’ombra della tua faccia 
Pezzo dopo pezzo
ecco come ti lascerò andare 

un bacio dopo l’altro
lascierà la mia mente

uno alla volta
uno alla volta 

Verso la meraviglia

To the Wonder (2012)

“Appena nata, apro gli occhi, sprofondo nella notte eterna; una scintilla cade nella fiamma; tu mi hai levato dalle tenebre, mi hai sollevato da terra, mi hai riportato alla vita”

Dovete amare, ……….. che vi piaccia o no.

Le emozioni vanno e vengono come nuvole.

L’Amore non è solo un sentimento, l’amore dovete dimostrarlo.

Amare, significa correre il rischio del fallimento, il rischio del tradimento.

Voi pensate che il vostro amore sia morto, …….. forse in attesa di essere trasformato in qualcosa di più alto.

Risvegliate la Divina presenza che dorme in ogni uomo, in ogni donna.

Conoscetevi l’un l’altro in quell’amore …………che non cambia mai.

Segue nel film e nel video.

“To The Wonder” un amore di film fuori dai consueti canoni

Terrence Malick tornato a fare film dopo vent’anni di silenzio sviluppa un linguaggio tutto suo spesso incompreso ma affascinante.

Con Ben Affleck e Olga Kurylenko.

Distonibile in DVD.

Fate un regalo alla vostra anima.


Sesso e Amore: il compagno di viaggio è l’amore non l’oggetto d’amore.

 

Appunti da un’intervista radiofonica di Annalisa Manduca  a Francesco Alberoni in occasione dell’uscita del suo libro SESSO E AMORE, definito dall’autore “un libro duro che non fa prigionieri”.
Francesco Alberoni (al “Canto delle Sirene” radiodue 24 gennaio 2006)


Le molteplici facce dell’amore


La ricchezza dell’amore è che l’amore ha tante forme:

L’amore dell’innamoramento

L’amore dell’amicizia

L’amore come nostalgia

L’amore come esplorazione

La sessualita’ cambia, non si trasforma, cambia a secondo del tipo di amore

L’amore si trasforma a seconda del tipo di sessualita.

Molta gente nel sesso è monotona, fa sempre le stesse cose:

“se vuoi tenere il tuo uomo devi curare l’abbigliamento essere elegante,

apparire diversa, sorridente ed a volte un po misteriosa, talvolta un po imbronciata

per fargli venire la voglia di farti sorridere, fargli venire sempre il desiderio di conquistarti, già lo facevano le donne egiziane.”

L’amore è un gioco è il GIOCO della seduzione, se si toglie il gioco della seduzione l’amore diventa una noia mortale.

“Gli uomini sono molto rozzi in questo senso, allora la donna lo deve civilizzare, educarlo a amare”. Tutti noi desideriamo di essere accettati così come siamo, nella nostra autenticita’ma questo ce lo possiamo permettere solo durante lo stato nascente dell’innamoramento,anche di  comportarsi come vogliamo,arrivare alla sciatteria , ma l’innamoramento ha vita breve, poi con l’amore questo diventa un lusso ,non c’è più  niente da fare.

Ma dall’altra parte c’è pure il desiderio di essere come l’altro ci vorrebbe.
Nello stato nascente dell’innamoramento si ama l’altro non solo come è in quel momento ma come lui è stato e come diventerà:
se diventa grasso continui ad amarlo, se si ammala continui ad amarlo.
L’iinamoramento allo stato nascente è solo quello e non si puo’ sostituire.
Il piu’ bel libro scritto sull’amore è “Lolita” di VladimirNabokow.Il protagonista perde Lolita e la ritrova dopo tanti anni adulta con un figlio abbandonata, lui la rivorrebbe ma lei lo rifiuta, lui le da tutti i suoi soldi e va ad uccidere l’uomo che l’ha rovinata..Cosi’ una storia che sembra solo di sesso di un pedofilo rivela che invece si trattava di un vero grande amore
Anima Gemella:
L’innamoramento è come un puzzle con dei pezzi mancanti,

quando trovi il pezzo mancante improvvisamente vedi la figura che aspettavi ,l’altro è il pezzo mancante ma il pezzo mancante cambia di epoca in epoca, perchè noi ci evolviamo.

Il pezzo mancante quando hai 15 anni non è il pezzo mancante di quando ne hai 40, oppure il pezzo mancante cambia durante la  trasformazione della societa’ in una direzione od in un altra come in questo momento: le donne si innamorano di uomini diversi dagli standard europei,ma non perchè trovano in loro il pezzo mancante ma perchè  il puzzle si presenta con un tipo di masconalità che non trovano più  nel compagno tutto
depilato,profumato,compassato.

Allora il compagno di viaggio è l’amore non l’oggetto d’amore , è solo l’amore l’esclusivo compagno di viaggio e si sperimenta anche una esclusiva sessualità. L’amore è sempre storico, ha un inizio ed una fine,vale per un certo periodo di vita che puo’ essere breve o lungo e contemporaneamente è per sempre.

L’Amore ha la curiosa propietà di non seguire il principio di contraddizione,tu senti che deve terminare ma nello stesso tempo senti che è per sempre.Solo se è per sempre è un grande amore, se dovesse terminare è difficile che si recuperi,le persone che restano innamorate si re- innamorano della stessa persona perchè se noi cambiamo e ci vorremmo allontanare ma nello stesso momento l’altro cambia in un certo modo, tale da rappresentare il nuovo tassello che stiamo cercando ci rincontriamo e ci rinnamoriamo.
Avviene anche tra amanti , si lasciano per un certo periodo poi si ritrovano.
E’ questo il segreto delle persone che restano a lungo insieme.
Ma in genere l’amore è una struttura pulsante, come tutte le cose viventi, anche se a volte il cuore si ferma e si muore.
Finito un amore si cerca la vendetta viene fuori un rancore verso l’altro, perchè ti senti buttato fuori dal paradiso terrestre, entrambi in esilio, si accusa l’altro di non aver mantenuto l’incantesimo.

Quando si dice”Pensavo che tu fossi diverso” in realta’ siamo noi che siamo cambiati e si accusa l’altro di essere esattamente come è sempre stato.
Nell’ innamoramento si dovrebbe sempre dire tutto,  dirlo dopo non vale ,non si può dire dopo 3 anni che facevi l’amore con la sua migliore amica o cose del genere.
Adesso siamo in una fase analoga a quella dei primi anni 70, il tempo di “Porci con le ali”senza nemmeno avere il linguaggio per parlare d’amore.
Era quasi proibito parlare d’amore ma non di sesso, l’innamoramento rimosso dal 68 con le sue comuni, i figli dei fiori e l’amore di gruppo.Questo libro è un segno dei nostri giorni è in anticipo sui tempi che verranno: c’è una fase di rimozione della passione amorosa,della fatica di dover gestire un tale sentimento, l’innamoramento viene rimosso,si pensa solo al sesso.
Le donne non fanno figli, l’idea di una famiglia annoia, poi si accorgono a 50 anni che non hanno più un uomo, ne figli, gli è morta la madre, gli è morto il padre gli amici sono noiosi e vivono tra vecchi perché non hanno più rapporti con le nuove generazioni.Caso mai hanno un amante più giovane di 30 anni che gli da ebbrezze sessuali ma sentono  sempre un senso di precarietà se ne stancano presto gli danno del rompipalle e lo devono pure cacciare via.

E’ agghiacciante ma è il panorama attuale.

Nel 1979, Francesco Alberoni ha rivoluzionato la sociologia e la psicologia con un libro tradotto in tutto il mondo”Innamoramento e amore”. Oggi, con” Sesso e amore”, segna un’altra svolta rivoluzionaria dando ordine e senso alla galassia degli accordi e delle contraddizioni fra sessualità e amore. Alberoni esplora sistematicamente tutta la gamma delle esperienze sessuali e amorose: dal rapporto anonimo a quello intimo, dall’unione frenetica dei corpi a quella in cui si fondono le anime, dalla sessualità violenta a quella delicata, dalla promiscuità più sfrenata al rapporto più esclusivo. L’autore mette in luce i meccanismi primordiali del nostro agire, le ragioni più riposte, i fatti che preferiremmo ignorare, i desideri contraddittori, i pensieri che non vogliamo ammettere. In questo libro Alberoni crea una nuova forma espressiva in cui fonde testi letterari, colloqui e storie di vita facendo parlare i protagonisti, lasciando a ciascuno il suo linguaggio, ora brutale e osceno, ora ardente e appassionato, ora dolente e nostalgico, ora poetico e sublime. Il lettore viene condotto ad esplorare le innumerevoli forme in cui si presentano sesso e amore: il sesso impersonale, quello personale, l’amicizia erotica, le infatuazioni, l’innamoramento, l’amore che muore, l’amore che dura. È come un fiume che lo afferra e lo trascina, evocando e svelando desideri, eccitamento, piacere, estasi, felicità, dilemmi, rimpianti, dolori e speranze. “Sesso e amore” è un saggio scientificamente completo, impietoso, però sempre limpidamente vero, ricco di umanità, coinvolgente e traboccante di vita. 

Morning has broken

È spuntata la mattina, come se fosse la prima mattina
Il merlo ha cantato, come se fosse il primo uccello
Elogiamo il canto, elogiamo la mattina
Elogiamo per la freschezza primaverile del mondo

Dolce, la pioggia novella scende dal cielo illuminata dal sole
Come se fosse la prima a cadere, sulla prima erbetta
Elogiamo la dolcezza del prato bagnato
Che si completa laddove Egli pone i suoi passi

Mia è la luce del sole, mia è la mattina
Nato dall’unica luce, l’Eden io ho visto giocare
Elogiamo con trasporto, elogiamo tutte le mattine
La rinascita del giorno per opera di Dio
Cat Stevens
 

One: Una delle più belle canzoni dello scorso secolo

One

Va un pò meglio
O ti senti come prima?
Non è più facile
Ora che hai qualcuno da incolpare?

Tu dici
Uno l’amore
Una la vita
Quando uno è il desiderio
Nella notte
Uno è l’amore
Dobbiamo custodirlo insieme
Se ne va,bambina mia
Se tu lo trascuri

Ti ho delusa?
Ti ho lasciato un sapore amaro in bocca?
Ti comporti come se non avessi mai
ricevuto amore
E vuoi che anch’io ne faccia a meno.

Si è troppo tardi
Stasera
Per rivangare il passato
Per riportarlo alla luce
Siamo una cosa sola
Ma non la stessa cosa
Dobbiamo sorreggerci
Sorrergerci l’un l’altro

Sei qui per il perdono
Sei qui per risuscitare i morti
Sei qui per essere come Gesù
Di fronte ai lebbrosi nella tua testa
Forse ti ho chiesto troppo
Ti ho chiesto tantissimo

Tu non mi hai dato nulla
Ma ora è tutto quello che ho
Siamo una sola cosa
Ma non la stessa cosa
Ci feriamo
E poi ricominciamo daccapo

Tu dici
L’amore è un tempio
L’amore è una legge superiore
Mi dici di entrare
E poi mi fai strisciare
E io non posso aggrapparmi
A quel che tuo
Se quel che è tuo è solo dolore

Uno l’amore
Uno il sangue
Una la vita

Fai quel che devi

Una la vita
La vita in reciprocità
Sorelle
Fratelli
Una la vita
Ma non siamo la stessa cosa
Dobbiamo sorregerci
Sorregerci l’un l’altro
——————————
“One” è il testo di una canzone che dopo la “Cura” di Battiato, a mio parere
contiene le più belle parole d’amore che un essere umano può dire ad un altro essere vivente.

Da quanto è stata pubblicata l’avrò ascoltata centinaia di volte e posso affermare che testo e musica hanno un potere terapeutico capace di aiutare a combattere una depressione profonda come avevo in quel periodo.

Tutta la musica ha un potente potere  terapeutico, quando viene ascoltata ma sopratutto prodotta con qualsiasi strumento musicale o con computer come faccio io.

“0ne” è stata scritta da Paul Heweson in arte “Bono” del gruppo U2.

Nato da padre cattolico e madre protestante in molti suoi testi si riflette questa disambiguazione religiosa.

La stagione dell’amore


 

La stagione dell’amore viene e va,

i desideri non invecchiano quasi mai con l’età.
Se penso a come ho speso male il mio tempo
che non tornerà, non ritornerà più.
La stagione dell’amore viene e va,
all’improvviso senza accorgerti, la vivrai, ti sorprenderà.
Ne abbiamo avute di occasioni
perdendole; non rimpiangerle, non rimpiangerle mai.
Ancora un’altro entusiasmo ti farà pulsare il cuore.
Nuove possibilità per conoscersi
e gli orizzonti perduti non ritornano mai.
La stagione dell’amore tornerà
con le paure e le scommesse questa volta quanto durerà.
Se penso a come ho speso male il mio tempo
che non tornerà, non ritornerà più.

La stagione dell’amore 

Franco Battiato 1983