Wanderer- Cat Power

Ondarock / Recensioni / 2018 / Cat Power – Wanderer

di Giuliano Delli Paoli

Oh, wanderer

I’ve been here wondering

If your brown eyes still have color, could I see?

That night, that night with those hands, those hands

That night, that night, oh, galleon ring

Negli ultimi sei anni, la gatta del rock ha girato in lungo e in largo gli States e diversi luoghi del pianeta. Da questo suo “vagabondare” è nato il decimo disco in carriera, “Wanderer”. Un titolo che ben esplica lo spirito che pervade l’opera, con il folk, il blues del Delta e un ritorno sporadico, talvolta eloquente, a quelli che erano gli umori acustici del capolavoro del 2003, “You Are Free”, frullati e strizzati in un secchio puntualmente pieno di malinconia e inquietudine; stati d’animo che oggi, a quarantasei anni compiuti, finiscono per intersecarsi con un’insolita voglia di rinascere e reinventarsi interiormente. Undici tracce che narrano dei tanti incontri avuti durante i suoi lunghi viaggi, soprattutto con i musicisti di fortuna incontrati per le strade polverose del sud degli States; canzoni laccate per l’occasione da Rob Schnapf (co-produttore con Tom Rothrock di diversi album del rimpianto Elliott Smith), manipolatore di lungo corso che fornisce quel calore necessario al mood solitamente instabile e sfuggente della Marshall.

Continua qui su Onda Rock