Come si apriva a Dio il cuore di Akhenaton?

  

Una scoperta immensa! Come si apriva a Dio il cuore di Akenaton!
Ho realizzato una scoperta immensa e ti prego di non considerare questo articolo come uno dei tanti trafiletti che invadono il web. Ti parlo del sole, ti parlo della Luce sia da un punto di vista biochimico e genetico, ma soprattutto in un’ottica spirituale.Dall’alba della storia, il sole è stato venerato come un dio di infinita potenza: simbolo della divinità, archetipo di Verità, occhio di Giustizia, fonte di Vita e Guaritore delle malattie fisiche e spirituali.

 Le rappresentazioni del sole appaiono nelle pitture rupestri in Asia centrale, nel Kazakistan, in Cina. Immagini antropomorfe o zoomorfe appaiono insieme al disco solare stilizzato ancor prima dell’età del bronzo. (3500 a.C).

Nel mondo predinastico degli Egizi (3000 a.C) Horus era il dio solare associato al simbolo del falco e archetipo della divinità dei faraoni.

Ra , egiziano dio sole di Eliopoli venne adorato a partire dal 2000 a.C .

Fu Akhenaton , a mio avviso,il più grande e spirituale faraone egizio nel 1350 a.C ad imporre il culto monoteistico di Aton, il disco solare.

Nello zoroastrismo il sole è il simbolo del “bene-dio” che combatte contro le tenebre.

I Maya nel 1000 a.C veneravano il dio Itzamnà, divinità creatrice e che raffigurava il sole. Meravglioso il loro tempio del sole a Teotihuacan.

 Potrei citarti gli Atzechi, i nativi americani, i popoli africani e di ogni parte della terra come adoratori del sole.

Perché ciò avviene? Perché la Luce è così importante?

Ed ecco la mia immensa scoperta! Dagli ominidi a noi, da Akhenaton al più umile uomo della terra tutti riconsciamo l’importanza della luce del sole.

Se esponi la tua pelle alla luce del sole produci la vitamina D a partire dal colesterolo tramite i raggi UVB e sarebbe molto importante che questo approvvigionamento provenisse dal sole. Ciò è impossibile perché i nostri “pannelli solari” sono coperti eccetto il sempre più breve periodo di esposizione dovuto ad una vacanza al mare. Inoltre l’inquinamento e l’assunzione di farmaci e additivi tossici riduce fortemente le nostre scorte di vitamina della luce.

Direi, senza paura di smentita che specie durante l’inverno sei in scontata carenza di vitamina D che presiede non solo il metabolismo del calcio e la densità ossea, ma a tutta l’immunità innata.

E’ sbagliato parlare di “vitamina D”, si deve parlare di un ORMONE potentissimo, un secosteroide dalle immense potenzialità antinfiammatorie, anticancerogene, antidepressive, ma soprattutto spirituali.

Studio intensissimamente il recettore della vitamina D detto VDR presente nei nuclei cellulari, studio l’oggi fatidica GcMAF, il fattore che attiva i macrofagi tramite la vitamina D. 

Ti assicuro che questo recettore VDR non è soltanto un terminale biochimico, ma è il vero RECETTORE DI DIO!

Ti parlo quindi non solo di osso e di osteoporosi, ma di anima, di quel falco di luce adorato dagli antichi egizi.

ECCO PERCHE’ ADORAVANO IL SOLE!

 Perché producendo vitamina D in essi si aprivano i canali di recezione dell’Uno, della divinità.

Ti assicuro che se provi a valutare la tua vitamina D con un piccolo prelievo di sangue, (l’esame è la 25OHD) ti stupirai dell’inevitabile deficit.

Senza immediata integrazione che deve essere studiata individualmente e non con una assunzione pressapochista, il tuo recettore VDR resterà privo di quella linfa di luce che si chiama vitamina D e sarai difficoltosamente connesso all’Uno-Dio.

Ecco perché gli Egizi, i Maya, i popoli di tutto il mondo adoravano il sole! Nelle loro meditazioni, nella loro ipnosi evocativa necessitavano della luce nel cuore. 

La massa della popolazione mondiale è mantenuta al buio e questo non credo sia soltanto dovuto ad una distrazione.

Con bassissimi valori di 25OHD si aprono le oscure potenzialità dello squilibrio immunitario tra cui: tumori, malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, depressioni gravi.

 Ci tengono senza luce! Perché? Così siamo più facilmente dominabili? Perchè così ci ammaliamo? 

Se la 25OHD raggiunge un valore utile che valuto a 100ng/ml o 200 nmol/L non si riequilibra soltanto il calcio nell’osso, ma il cuore di Akenaton si apre a Dio!

Questa coscienza di Luce, questa consapevolezza d’Amore è il significato per cui siamo tutti insieme su questa terra.

 Ora se hai compreso bene divulga questo articoletto per il bene dell’umanità.

Questo è l’immensa scoperta che ti dono.

Buona vita Angelo Bona

http://www.ipnosiregressiva.it/blog/656/una-scoperta-immensa-come-si-apriva-a-dio-il-cuore-di-akenaton.html

   

Happiness is a warm gun

La felicità è una pistola calda

Lei è una ragazza a cui non manca nulla…

Le è ben familiare il tocco di una mano di velluto 

Come una lucertola sul vetro di una finestra

L’uomo nella folla con gli specchi colorati 

sugli stivali con la coda di furetto 
Mente con gli occhi, mentre le sue mani sono occupate 

Facendo gli straordinari 

Un’idea illusoria di sua moglie che lui ha consumato 

E donato alle finanze della nazione 

Ho bisogno di stabilità perchè sto andando a fondo 

Depresso per la stronza che ho lasciato nei quartieri alti 

Ho bisogno di stabilità perchè sto andando a fondo 

Madre Superiora salta i colpi 

Madre Superiora salta i colpi 

Madre Superiora salta i colpi 

Madre Superiora salta i colpi… 

La felicità è un’arma calda 

La felicità è un’arma calda 

Quando ti tengo stretta tra le mie braccia 

E sento le mie dita sul tuo grilletto 

So che nessuno può farmi del male, perché… 

La felicità è un’arma calda 

La felicità è un’arma calda

——————–

Curiosità:

La morte violenta di John Lennon avrebbe messo ancora maggiormente in luce gli aspetti inquietanti ed emblematici di questa sua canzone, una di quelle che preferiva. Il titolo con il quale la portò in studio era Happiness Is A Warm Gun In Your Hand (“La felicità è una pistola calda nella tua mano”), preso da una rivista statunitense di armi della National Rifle Association mostratagli da George Martin. Dopo aver pensato che era una cosa assolutamente fantastica e folle da dire, perché avere una pistola fumante in mano significa che si è appena sparato a qualcuno o a qualcosa[2], con il suo tipico senso dell’assurdo, decise di scriverci una canzone. John si rifà dapprima ad un linguaggio visionario prossimo al nonsense, per poi avviarsi verso metafore e richiami personali, come il riferimento a Yoko Ono con “mother”, appellativo con cui le si rivolgeva in privato. Numerose sono le possibili letture trasversali, le allusioni erotiche, come ammise lo stesso Lennon, alcune più esplicite (vedi la pistola e le sue parti), altre legate all’uso dello slang, laddove il verbo “jump” può indicare l’atto sessuale. L’autore smentì comunque che esistesse un riferimento all’uso di eroina, come era emerso in alcune interpretazioni secondo le quali la pistola stava a simboleggiare una siringa. Affermò altresì che si trattava di “una sorta di storia del rock’n’roll”, stante la compresenza di diversi stilemi ad esso ricollegabili. Sulla genesi di alcuni dei nonsense, ha dato delucidazioni Derek Taylor, l’allora responsabile dell’ufficio stampa della Apple, che assistette Lennon durante la stesura del testo. L’immagine dell’uomo “tra la folla dagli specchi multicolori sui suoi scarponi chiodati” deriverebbe ad esempio da un personaggio della cronaca minore: un tale, non precisamente un “gentleman”, che si aggirava negli stadi gremiti, indossando scarpe con uno specchio sulla punta allo scopo di sbirciare sotte le gonne delle signore

Happiness Is a Warm Gun costituisce un’eccezione tra le canzoni presenti sul White Album, che normalmente viene giudicato come una raccolta di brani da solista, in ognuno dei quali ogni autore ha utilizzato gli altri membri della band come musicisti di sala di registrazione. Infatti la canzone piaceva moltissimo a tutti e quattro i Beatles che ci lavorarono sopra con impegno per mettere insieme il brano nella sua compattezza.

A causa dei suoi presunti riferimenti sessuali e all’uso di droga, la canzone venne bandita dalle trasmissioni della BBC.

Fonte Wikipedia:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Happiness_Is_a_Warm_Gun

———————- 

Il titolo e parte della canzone furono ispirati a Lennon da uno slogan di una pubblicità, apparsa sulla rivista “Life”, della famigerata “National Rifle Association” (di cui parla anche Michael Moore nel documentario “Bowling for Columbine”, la canzone è infatti nella colonna sonora). Lennon fu probabilmente scioccato dal fatto che qualcuno potesse definire la felicità come “un’arma calda”, cioè che ha appena sparato…

Naturalmente la canzone ha molti altri significati, anche oscuri. 

Le interpretazioni si rifanno a tre argomenti classici: la droga (I need a fix ‘cause I’m goin’ down), il sesso (naturalmente l'”arma” sarebbe una metafora…) e il rock’n’roll (Lennon ha dichiarato che la canzone sarebbe una sorta di “storia del rock’n’roll”, sottolineata anche dai frequenti cambiamenti di stile e di ritmo), ma anche alla fine del rapporto con Cynthia, la prima moglie di Lennon.
In ogni caso la prima ispirazione, almeno per il titolo, nasce dal pacifismo di Lennon.

Da: http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=2726&lang=it