Anonimo

  

A Pà – Francesco De Gregori & Lucio Dalla dedicata a Pier Paolo Pasolini

Non mi ricordo se c’era luna,

e nè che occhi aveva il ragazzo,

ma mi ricordo quel sapore in gola

e l’odore del mare come uno schiaffo. 

A pà.

E c’era Roma così lontana,

e c’era Roma così vicina,

e c’era quella luce che li chiama,

come una stella mattutina. 

A pà.

A pà. Tutto passa, il resto va.

E voglio vivere come i gigli nei campi,

come gli uccelli del cielo campare,

e voglio vivere come i gigli dei campi,

e sopra i gigli dei campi volare.

Francesco De Gregori