Just like heaven – The Cure

Annunci

Poema d’amore – Spade come labbra – Vicente Aleixandre

Ti amo, sogno del vento;

 confluisci con le mia dita dimenticato dal nord

nelle dolci mattine del mondo sottosopra 

quando è facile sorridere perché la pioggia è leggera.

È delizioso viaggiare nel seno di un fiume;

o pesci amici, ditemi il segreto degli occhi aperti

dei miei sguardi che finiscono nel mare

a reggere le chiglie delle navi lontane

Vi amo, viaggiatori del mondo, che dormite sull’acqua 

uomini che in America vanno in cerca dei loro vestiti

quelli che  lasciano sulla spiaggia  la loro nudità dolente 

e sulla tolda della nave attraggono il raggio della luna

Camminare sperando è dolce è bello 

l’argento e l’oro non hanno  cambiato il fondo

rimbalzano sull’onde, sul dorso squamoso

e fanno musica o suono per i capelli più biondi 

Ma per il fondo d’un fiume il mio desiderio va 

dai paesi innumerevoli che ho tenuto nelle dita

quell’oscurità  che vestito di nero

ho lasciato  già lontano dipinte su dorso

La speranza è la terra, è la guancia

è un’immensa palpebra dove io so che esisto

Ti ricordi? Per il mondo son nato una notte

in cui era somma o sottrazione la chiave dei sogni

pesci, alberi,  pietre, cuori, medaglie

sulle vostre concentriche onde, si, fermate,

io mi muovo e, se giro, mi cerco, oh centro, oh centro,

cammino, viaggiatori del mondo, del futuro esistente

oltre i mari, nei miei polsi che martellano 

Vicente Aleixandre – Poema d’amore – (da)Spade come labbra