Siamo tutti Africani

  
L’uomo moderno (Homo sapiens Linnaeus, 1758; dal latino “uomo sapiente”) è un primate della famiglia degli ominidi ed è l’unica specie vivente del genere Homo.

Il periodo che va dal paleolitico medio, circa 200 000 anni fa, all’epoca odierna, vede la comparsa in Africa orientale e la diversificazione della specie Homo sapiens Linnaeus, 1758. Secondo le teorie prevalenti, dal continente africano, circa 65-75 000 anni fa (o secondo altre evidenze alcune decine di migliaia di anni prima), in stretta coincidenza con un evento di fortissima riduzione della popolazione globale, tuttora in fase di definizione, parte della specie iniziò un percorso migratorio che attraverso un corridoio medio orientale la portò a colonizzare l’intero pianeta.

Fonte: Wikipedia 

  

Se tu non parli – Rabindranath Tagore

Se tu non parli

riempirò il mio cuore del tuo silenzio

E lo sopporterò.

Resterò qui fermo ad aspettare

Come la notte 

Nella sua veglia stellata

Con il capo chino a terra

Paziente.
Ma arriverà il mattino

Le ombre della notte svaniranno

E la tua voce

In rivoli dorati inonderà il cielo.

Allora le tue parole 

Nel canto

Prenderanno ali

Da tutti i miei nidi di uccelli

E le tue melodie

Spunteranno come fiori

Su tutti gli alberi della mia foresta.

Donna – Rabindranath Tagore 

Donna, non sei soltanto l’ opera di Dio

ma anche degli uomini, che sempre

ti fanno bella con i loro cuori.

I poeti ti tessono una rete

con fili di dorate fantasie;

i pittori danno alla tua forma

sempre nuova immortalità.

Il mare dona le sue perle,

le miniere il loro oro,

i giardini d’ estate i loro fiori

per adornarti, per coprirti,

per renderti sempre più preziosa.

Il desiderio del cuore degli uomini

ha steso la sua gloria

sulla tua giovinezza.

Per metà sei donna, e per metà sei sogno.