Una morte dignitosa – Sufjan Stevens

(Death With Dignity)

Spirito del mio silenzio, ti sento

ma starti vicino mi spaventa

non so da dove iniziare

Da qualche parte nel deserto c’è una foresta

è un acro di fronte a noi

  ma non so da dove iniziare

Ancora una volta ho perso ogni mia forza – restami vicina,

Stanca, vecchia cavalla dalla criniera sferzata dal vento.
Sul tavolo, fiori e un’ametista – è una fiaba o la realtà?

Bé, in fondo un amico è un amico

E sappiamo tutti come andrà a finire.
Spazzacamino che mi troverai, sii il mio guardiano.

La silhouette del cedro.

Qual è quella canzone che canti per i morti?

Vedo la luce del riflettore colpirmi attraverso la finestra della mia stanza.

Bé, non ho niente da dimostrare.

Ti perdono, madre, ti sento

E vorrei essere vicino a te

Ma ogni strada porta a una fine,

Sì, ogni strada porta a una fine.

La tua apparizione mi appare tra i salici.

Cinque galline rosse – non ci vedrai mai più,

Non ci vedrai mai più.