Où je vais, d’où je viens …- Dove vado, da dove vengo…-Jacques Prévert

Dove vado, da dove vengo,

Perché sono fradicia.

Beh, questo è chiaro.

Piove.

La pioggia, è pioggia.

Ci vado sotto, e poi,

E poi è tutto.

Lasciate perdere

Come faccio io.

È per piacer mio

Che io sguazzo nel fango.

La pioggia, mi fa ridere.

Rido di tutto e di tutto e di tutto

Se avete la lacrima facile

Tornate piuttosto a casa vostra,

Piangete piuttosto su di voi,

Ma lasciatemi,

Lasciatemi, lasciatemi, lasciatemi, lasciatemi.

Non voglio sentire il suono della vostra voce,

Lasciate perdere

Come faccio io.

Il solo uomo che amavo,

siete voi che l’avete ucciso,

bastonato, calpestato…

terminato.

Ho visto il suo sangue scorrere,

scorrere nel ruscello,

nel ruscello.

Lasciate perdere

Come faccio io.

L’uomo che amavo

è morto, la testa nel fango.

Quanto posso odiarvi,

odiarvi… è folle… è folle… è folle.

E voi vi intenerite su di me,

voi siete troppo buoni per me,

fin troppo troppo buoni, credetemi.

Voi siete buoni… buoni come il cane che caccia i topi è buono per il sorcio…

ma un giorno… verrà un giorno in cui il sorcio vi morderà…

Lasciate perdere,

uomini buoni… uomini dabbene.

Jacques Prévert

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...