L’amore è un atto di fede

L’amore non si può dimostrare.
Se vi viene chiesto di dimostrarlo, non cè nessuna cosa che potete fare
senza lasciare il dubbio che stiate fingendo.

                                   — L’amore è un atto di fede.–

**************************************

L’amore è tutto
e niente
         Fa crepare di rabbia
fa ridere
fa piangere
          è il W.C degli spermatozoi
è paradiso in terra.
L’amore è tutto
e niente.
        Fa bestemmiare
e pregare
fa diventar poeti

            “pulisce le sconcezze”
dissacra, incanta
urla
         canta
ferisce
            guarisce.

Ipotesi d’Amore – Mino Rimondi

Annunci

Lo specchio della mente

Il volo è un “accidente” dell’evoluzione. Le penne degli uccelli  apparvero su animali che non potevano  volare per difendersi dal freddo.
Già 600.000 anni fa il nostro cervello aveva il substrato del linguaggio ma non il linguaggio. Solo 60.000 anni fa ci fù un evoluzione che fece emergere potenzialità che c’erano già nel nostro cervello ma non venivano usate.

La nostra cultura è un “accidente” come le piume degli uccelli.

Video – Uccelli che non volano. – Focus.

Lo struzzo:
Tra gli uccelli che non volano il più noto è sicuramente lo struzzo. Un uccello che può raggiungere 2 metri e sessanta centimetri di altezza e che, solitamente, ha un peso di circa 100 chili. Le sue ali, molto rade e flosce, impediscono il volo. In compenso però compie dei passi molto lunghi che possono fargli percorrere 80 chilometri ogni ora.

Il kiwi:
Tra gli uccelli che non volano ricordiamo anche il kiwi. Si tratta di un uccello grande come un pollo che si distingue per il suo tronco rotondeggiante e per le ali molto piccole. Questa specie vive in Nuova Zelanda ed essendo molto rara è destinata a scomparire.

Il kekapo:
Anche il kakapo è un uccello che non vola. Si tratta di un papagallo chiamato anche papagallo gufo perché simile ai rapaci notturni. Questo tipo di uccello non può volare a causa delle ali molto corte e per la debolezza della muscolatura toracica. Il kakapo può solo passare da un ramo all’altro.

Il nandu:
Infine c’è il nandu che non è altro che uno struzzo che vive nelle savane dell’Urugay e del Brasile e nelle pampas argentine. Può raggiungere un’altezza pari a un metro e mezzo e si ciba di sostanze vegetali. Anche se le ali sono molto sviluppate non permettono il volo a causa del piumaggio molto debole.