Sarebbe meglio avere paura 

  

Sarebbe meglio avere paura e fare qualcosa.

Purtroppo Contro i terroristi saremo soli, come per i migranti. 

L’Europa non esiste ognuno pensa a se stesso.

Finora non ha fatto niente e ce ne accorgiamo solo quando ci sono teste sgozzate a 200 km da Torino e 39 morti ammazzati in spiaggia di fronte a casa nostra.

L’unica paura che abbiamo è quella di scriverne o parlarne come se questo servisse ad allontanare il pericolo.

Andrew Bird – Echolocations: Canyon (Full Film)

Andrew Bird
Ferrara sotto le stelle
Martedì 30 giugno | Cortile del Castello Estense – Ferrara
UNICA DATA ITALIANA
Ingresso 18€ + dp | ore 20.30

Filmato nel Coyote Gulch Canyons in  Utah, Echolocations: Canyon is first in a series of short films and recordings which document site specific compositions performed by Andrew Bird and filmed by Tyler Manson in exceptional natural and urban environments. Bird says:”Ever since I was a child I would test different spaces with my voice or whistle or violin. Whatever sound you make it’s like a giant limb that can reach beyond your fingers and grope the corners of the room. Now when I’m on tour playing a different theater every night we “tune” the room, hunting down the bass traps and the standing waves to give the listener the most even and wide spectrum of sound. There are certain frequencies that resonate while others are lifeless. Sometimes the room refuses to yield and I have to consider playing different songs that will work in that room. It’s a challenge but I enjoy the moments when I must yield to the environment. So I thought it would be interesting to take all this outside where the reflections off the landscape are triggering countless inferences and steering the conversation.”

Ogni lacrima è una cascata d’acqua

Alza la musica
ho con me i miei dischi
ho chiuso fuori il mondo esterno

fino a quando le luci si accendono
forse le strade sono illuminate
forse gli alberi sono scomparsi
sento il mio cuore che inizia a battere
la mia canzone preferita
 tutti i bambini danzano
tutti i bambini
tutta la notte
fino a lunedì mattina,
ti senti in un’altra vita
alza la musica
sono sulla giusta via
il paradiso è in vista  

Alza la musica
ho con me i miei dischi
da sotto le macerie canto una canzone ribelle
non voglio vedere un altro vuoto generazionale
preferisco essere una virgola piuttosto che un punto
forse sono nel buio
forse sono in ginocchio
forse sono in equilibrio tra due trapezi
il mio cuore batte ed iniziano le mie pulsazioni
sento cattedrali nel cuore
noi vedemmo la luce
questa luce ti giuro, apparve brillante
per dirmi che va tutto bene
come scavalchiamo i muri
ogni sirena è una sinfonia
 ogni lacrima è una cascata
è una cascata d’acqua
in modo che tu possa ferirmi
feriscimi brutalmente

Il mio cuore – di Beppe Parmigiani.

La vita è domanda
e io domando la vita,
il senso di ciò che io sono,
la risposta di ciò che il mio cuore reclama,
il possesso di tutto ciò che abbraccia il mio sguardo,
mosso d’amore, insaziabile impetuoso ardore,
la felicità che desidero
la compagnia che manca,
i miei occhi accarezzano
un segno d’infinito sul tuo volto,
il Mistero e la sua Presenza.

Il mio cuore di Beppe Parmigiani – con la voce di Rita Rusciano (25 Novembre2014)

Nyckelharp

images155px-Nyckelharpa_built_by_Eric_Sahlstrom

La nyckelharpa è uno strumento musicale ad arco della tradizione svedese, appartenente alla stessa famiglia della ghironda e della viella.Esiste a partire dal Medioevo (vedi anche Viola d’amore a chiavi) con differenti forme e viene suonato in Europa continentale (anche in Italia) a partire dal XIV secolo fino alla metà del XVI. Al giorno d’oggi viene ancora utilizzata principalmente in Svezia nella regione di Uppsala, dove lo strumento è fortunatamente sopravvissuto nella tradizione popolare.La denominazione svedese di questo strumento significa letteralmente “arpa a chiavi” e ricorda il suo corrispondente italiano viola d’amore a chiavi ed il tedesco Schlüsselfidel.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera