L’amore è un ladro silenzioso

Fa il matto
          innamorati
lasciati amare
              cerca l’amore
lasciati trovare dall’amore
      non perdere l’appuntamento
o fingi amore.
                      Non perdere un attimo
di questa vita amara
                    ubriacati d’amore
e vivi           ama         vivi         ama
come se a un tratto
la terra dovesse crepare sotto i tuoi piedi
          E ridi          ridi          ridi
come un matto!
Ipotesi d’Amore – Mino Rimondi

Love Is A Silent Thief -Katie Melua

L’amore è una ferita profonda
L’amore è una lama tagliente
L’amore è uno sconosciuto
L’amore è una luce nera
L’amore ti rende stanco
L’amore è troppo incantevole per durare 
L’amore dovrebbe essere rinchiuso
L’ amore è un parassita
Lo devo tenere lontano
Perché provoca troppo dolore

L’amore ti fa piangere
L’amore è un ladro silenzioso
L’amore è un banchetto
che tutti temiamo
Affamato di me
e non c’è mai abbastanza da mangiare

L’ amore provoca cecità
ti fa sudore freddo
L’amore è un linguaggio
senza un alfabeto

Tutto quello che so
è che non possiamo farne a meno
Scivola tra le dita
mentre cerchi di catturarlo
L’amore è una bocca asciutta
assetata d’acqua
Ma  trovi solo olio
Sta diventando sempre più difficile
L’amore è un cronometro
rotto e ritorto
Quando ne prendo possesso
è come se non fosse mai esistito

Ma lo sto aspettando
Il mio cuore è aperto
e  non riesco a difenderlo
L’amore è un ladro silenzioso

Sfulingo (Scintille) di Rabindranath Tagore

Sfulingo (“Scintille” in lingua Bengali) è una raccolta di liriche di Tagore, pubblicata nel 1961 nel primo suo centenario della nascita.
Intitolata  Sfulingo per la brevità delle poesie ma sopratutto per la vivacità e la chiarezza dei versi e dei pensieri.
Le 260 liriche incluse nella scelta sono impressioni, auguri, ricordi, scherzi, pensieri d’occasione, ma non per questo in Sfulingo si verifica una caduta nell’ispirazione artistica di Tagore:
anche in questi versi improvvisati la sua vena poetica è pari a quella delle opere più alte.
Nella traduzione Italiana, purtroppo, vanno in parte perse l’armonia e la musicalità del verso di Tagore. 
Ho vagato con grande sete:
la vita è solo cercare.
Ho composto innumerevoli versi
ho accumulato innumerevoli pesi.
Potrò portare quello che non ho ancora avuto?
fino alla meta,sull’altra sponda dell’oceano?
Si spezzerà la corda dell’arpa
quando vibrerà per i canti
che non ho ancora cantato?

Photobucket