Everyday is like Sunday

Everyday is like Sunday

Passeggio lentamente, trascinandomi sulla sabbia bagnata

verso la panchina

dove mi  hanno rubato i vestiti

Questa è una città della costa

che si sono dimenticati di radere al suolo

Armageddon – vieni Armageddon!

vieni Armageddon! 

Ogni giorno è come se fosse domenica

ogni giorno è grigio e silenzioso

Pelle umana sul lungomare

trovo scritto su una cartolina:

“Come Vorrei Non Essere Qui

In questa città di mare

che si sono dimenticati di bombardare”

Vieni, vieni bomba nucleare

Ogni giorno è come se fosse domenica

ogni giorno è grigio e silenzioso

Mi trascino ancora su sabbia e ciottoli

ed una strana polvere si posa sulle mie mani

e sul mio viso

Ogni giorno è come se fosse domenica

“Nel negozio vinco sempre cose dozzinali”

Prendo un té forte senza di te

Ogni giorno è grigio e silenzioso

( Armageddon: la battaglia finale tra le forze del bene e quelle del male.)

Morrissey

Everyday is like Sunday – Ogni giorno è come se fosse domenica

Album: Viva Hate (2004)

Annunci

Felicità senza desideri 

Finché insegui la felicità,
non sei maturo per essere felice,
fosse pur tuo quanto ti è più caro.

Finché piangi quel che andò perduto
e hai mete e ti affanni,
non sai ancora che cos’è la pace.

Solo quando ad ogni desiderio rinunci,
non hai più mete e brame,
né la felicità con nomi chiami,

allora al cuore più non giungerà il flusso
degli eventi, e la tua anima riposerà.

(Hermann Hesse)

Tutto l’universo obbedisce all’amore – Franco Battiato 

Rara la vita in due fatta di lievi gesti,

e affetti di giornata

consistenti o no,

bisogna muoversi

come ospiti, pieni di premure

con delicata attenzione

per non disturbare

ed è in certi sguardi che

si vede l’infinito

Stridono le auto

come bisonti infuriati,

le strade sono praterie

accanto a grattacieli assolati,

come possiamo

tenere nascosta…

la nostra intesa

ed è in certi sguardi

che s’intravede l’infinito

Tutto l’universo obbedisce all’amore

come puoi tenere

nascosto un amore.

ed è così

che ci trattiene

nelle sue catene,

Tutto l’universo obbedisce all’amore

Come possiamo 

tenere nascosta

 la nostra intesa

ed è in certi sguardi…

che si nasconde l’infinito

Tutto l’universo obbedisce all’amore

come puoi tenere

nascosto un amore.

ed è così

che ci trattiene

nelle sue catene,

Tutto l’universo obbedisce all’amore

obbedisce all’amore

Testo di Franco  Battiato e Manlio Sgalambro (Lentini, 9 dicembre 1924 – Catania, 6 marzo 2014) è stato un filosofo, saggista, poeta e autore di molti testi delle canzoni di Franco Battiato, partecipando come cantante ad alcuni dei suoi lavori in studio e nei concerti dal vivo.

« Il nascere e il morire sono i due momenti unicamente reali. Il resto è sogno, interrotto da qualche insignificante sprazzo di veglia. »
(Manlio Sgalambro, Aria di Federico, da Il cavaliere dell’intelletto)

“Tutto l’universo obbedisce all’amore”
Magari fosse vero, qui sulla terra nel nostro piccolo universo l’amore sembra scomparso: guerre, omicidi, femminicidi,disastri umani e naturali ogni 
giorno, forse era meglio intitolarla “Quasi tutto l’universo obbedisce all’amore” ma sarebbe stato un titolo orribile.Dicono gli scienziati che nell’universo regna il caos,scontri tra galassie,materia oscura e buchi neri. Altro che amore. Ma forse Sgalambro si riferisce ad un altro universo e si sa che ne esistono molti altri.