What I Miss About You! – Katie Melua

Perdere ogni giorno il treno delle 8:52
sorseggiare il caffè dalla stessa tua tazza
tutti quei segreti che condividevamo
e che pensavamo nessun altro sapesse,
questo è quello che mi manca di te

la nuova strada che l’amore mi ha fatto vedere
la tua timida smorfia quando mi hai chiesto
se mi avrebbe fatto piacere avere le chiavi di casa tua
il modo d’intesa che avevi di accarezzarmi
questo è quello che mi manca di te

mi hai rapito con il tuo sorriso brillante che mi ha entusiasmato
guidare con te nella tua nuova macchina, sentendomi libera
se è vero che l’amore è cieco allora io sono stata cieca volentieri
mi hai fatto sentire come se avessimo un futuro,
che potevamo essere e saremmo stati

il modo in cui dicevi che non sarei stata nessuno da sola
la tua abitudine di inzupparti in acqua di colonia troppo costosa
il modo in cui spegnevi la luce quando sapevo che eri a casa
questo è quello che non mi manca di te

scommetto che stai usando la tua solita magia come fosse nuova
guidando così velocemente con una nuova stupida accanto a te
presumibilmente credendo che lei sia l’ultima delle poche fortunate
mi chiedo se lei sa che le stai mentendo come hai fatto con me

il modo in cui dubitavo solo di me stessa quando stavo con te
come se fossi una stupida ad aspettarmi qualcosa anche dalla vita
la tua abilità di mortificarmi di fronte a tutti quelli che conoscevamo
questo è quello che non mi manca di te

Sorella della notte

Sorella della notte

 Quando la tua anima
è un inferno in terra
Sorella della notte
la brama ritorna
dando voce alla fiamma
chiamandoti
attraverso la carne che brucia
facendo crollare la tua volontà
di fare la prima mossa
 -decisiva per l’addio-
Vieni per me!
Abbracciami!
 non mi fai paura
toccami
non sto tremando
tu mi guarisci
 Sorella di tutti
Nel tuo vestito più triste
quando cammini tra le ombre
sei talmente disperata
 da fare impressione
strisci sul pavimento

per non farti vedere
con gli occhi più solitari
di tutto il creato
sarai
un premio così perfetto
ma la fredda luce della luna
tradirà il tuo triste gioco.
TonyM 2005