Sesso e Amore: il compagno di viaggio è l’amore non l’oggetto d’amore.

 

Appunti da un’intervista radiofonica di Annalisa Manduca  a Francesco Alberoni in occasione dell’uscita del suo libro SESSO E AMORE, definito dall’autore “un libro duro che non fa prigionieri”.
Francesco Alberoni (al “Canto delle Sirene” radiodue 24 gennaio 2006)


Le molteplici facce dell’amore


La ricchezza dell’amore è che l’amore ha tante forme:

L’amore dell’innamoramento

L’amore dell’amicizia

L’amore come nostalgia

L’amore come esplorazione

La sessualita’ cambia, non si trasforma, cambia a secondo del tipo di amore

L’amore si trasforma a seconda del tipo di sessualita.

Molta gente nel sesso è monotona, fa sempre le stesse cose:

“se vuoi tenere il tuo uomo devi curare l’abbigliamento essere elegante,

apparire diversa, sorridente ed a volte un po misteriosa, talvolta un po imbronciata

per fargli venire la voglia di farti sorridere, fargli venire sempre il desiderio di conquistarti, già lo facevano le donne egiziane.”

L’amore è un gioco è il GIOCO della seduzione, se si toglie il gioco della seduzione l’amore diventa una noia mortale.

“Gli uomini sono molto rozzi in questo senso, allora la donna lo deve civilizzare, educarlo a amare”. Tutti noi desideriamo di essere accettati così come siamo, nella nostra autenticita’ma questo ce lo possiamo permettere solo durante lo stato nascente dell’innamoramento,anche di  comportarsi come vogliamo,arrivare alla sciatteria , ma l’innamoramento ha vita breve, poi con l’amore questo diventa un lusso ,non c’è più  niente da fare.

Ma dall’altra parte c’è pure il desiderio di essere come l’altro ci vorrebbe.
Nello stato nascente dell’innamoramento si ama l’altro non solo come è in quel momento ma come lui è stato e come diventerà:
se diventa grasso continui ad amarlo, se si ammala continui ad amarlo.
L’iinamoramento allo stato nascente è solo quello e non si puo’ sostituire.
Il piu’ bel libro scritto sull’amore è “Lolita” di VladimirNabokow.Il protagonista perde Lolita e la ritrova dopo tanti anni adulta con un figlio abbandonata, lui la rivorrebbe ma lei lo rifiuta, lui le da tutti i suoi soldi e va ad uccidere l’uomo che l’ha rovinata..Cosi’ una storia che sembra solo di sesso di un pedofilo rivela che invece si trattava di un vero grande amore
Anima Gemella:
L’innamoramento è come un puzzle con dei pezzi mancanti,

quando trovi il pezzo mancante improvvisamente vedi la figura che aspettavi ,l’altro è il pezzo mancante ma il pezzo mancante cambia di epoca in epoca, perchè noi ci evolviamo.

Il pezzo mancante quando hai 15 anni non è il pezzo mancante di quando ne hai 40, oppure il pezzo mancante cambia durante la  trasformazione della societa’ in una direzione od in un altra come in questo momento: le donne si innamorano di uomini diversi dagli standard europei,ma non perchè trovano in loro il pezzo mancante ma perchè  il puzzle si presenta con un tipo di masconalità che non trovano più  nel compagno tutto
depilato,profumato,compassato.

Allora il compagno di viaggio è l’amore non l’oggetto d’amore , è solo l’amore l’esclusivo compagno di viaggio e si sperimenta anche una esclusiva sessualità. L’amore è sempre storico, ha un inizio ed una fine,vale per un certo periodo di vita che puo’ essere breve o lungo e contemporaneamente è per sempre.

L’Amore ha la curiosa propietà di non seguire il principio di contraddizione,tu senti che deve terminare ma nello stesso tempo senti che è per sempre.Solo se è per sempre è un grande amore, se dovesse terminare è difficile che si recuperi,le persone che restano innamorate si re- innamorano della stessa persona perchè se noi cambiamo e ci vorremmo allontanare ma nello stesso momento l’altro cambia in un certo modo, tale da rappresentare il nuovo tassello che stiamo cercando ci rincontriamo e ci rinnamoriamo.
Avviene anche tra amanti , si lasciano per un certo periodo poi si ritrovano.
E’ questo il segreto delle persone che restano a lungo insieme.
Ma in genere l’amore è una struttura pulsante, come tutte le cose viventi, anche se a volte il cuore si ferma e si muore.
Finito un amore si cerca la vendetta viene fuori un rancore verso l’altro, perchè ti senti buttato fuori dal paradiso terrestre, entrambi in esilio, si accusa l’altro di non aver mantenuto l’incantesimo.

Quando si dice”Pensavo che tu fossi diverso” in realta’ siamo noi che siamo cambiati e si accusa l’altro di essere esattamente come è sempre stato.
Nell’ innamoramento si dovrebbe sempre dire tutto,  dirlo dopo non vale ,non si può dire dopo 3 anni che facevi l’amore con la sua migliore amica o cose del genere.
Adesso siamo in una fase analoga a quella dei primi anni 70, il tempo di “Porci con le ali”senza nemmeno avere il linguaggio per parlare d’amore.
Era quasi proibito parlare d’amore ma non di sesso, l’innamoramento rimosso dal 68 con le sue comuni, i figli dei fiori e l’amore di gruppo.Questo libro è un segno dei nostri giorni è in anticipo sui tempi che verranno: c’è una fase di rimozione della passione amorosa,della fatica di dover gestire un tale sentimento, l’innamoramento viene rimosso,si pensa solo al sesso.
Le donne non fanno figli, l’idea di una famiglia annoia, poi si accorgono a 50 anni che non hanno più un uomo, ne figli, gli è morta la madre, gli è morto il padre gli amici sono noiosi e vivono tra vecchi perché non hanno più rapporti con le nuove generazioni.Caso mai hanno un amante più giovane di 30 anni che gli da ebbrezze sessuali ma sentono  sempre un senso di precarietà se ne stancano presto gli danno del rompipalle e lo devono pure cacciare via.

E’ agghiacciante ma è il panorama attuale.

Nel 1979, Francesco Alberoni ha rivoluzionato la sociologia e la psicologia con un libro tradotto in tutto il mondo”Innamoramento e amore”. Oggi, con” Sesso e amore”, segna un’altra svolta rivoluzionaria dando ordine e senso alla galassia degli accordi e delle contraddizioni fra sessualità e amore. Alberoni esplora sistematicamente tutta la gamma delle esperienze sessuali e amorose: dal rapporto anonimo a quello intimo, dall’unione frenetica dei corpi a quella in cui si fondono le anime, dalla sessualità violenta a quella delicata, dalla promiscuità più sfrenata al rapporto più esclusivo. L’autore mette in luce i meccanismi primordiali del nostro agire, le ragioni più riposte, i fatti che preferiremmo ignorare, i desideri contraddittori, i pensieri che non vogliamo ammettere. In questo libro Alberoni crea una nuova forma espressiva in cui fonde testi letterari, colloqui e storie di vita facendo parlare i protagonisti, lasciando a ciascuno il suo linguaggio, ora brutale e osceno, ora ardente e appassionato, ora dolente e nostalgico, ora poetico e sublime. Il lettore viene condotto ad esplorare le innumerevoli forme in cui si presentano sesso e amore: il sesso impersonale, quello personale, l’amicizia erotica, le infatuazioni, l’innamoramento, l’amore che muore, l’amore che dura. È come un fiume che lo afferra e lo trascina, evocando e svelando desideri, eccitamento, piacere, estasi, felicità, dilemmi, rimpianti, dolori e speranze. “Sesso e amore” è un saggio scientificamente completo, impietoso, però sempre limpidamente vero, ricco di umanità, coinvolgente e traboccante di vita.