Dio denaro

  

Dio beato, facci essere vivi prima di morire

Dio del cielo con il tuo Natale nascondi tutto questo male

Panettoni esposti a cumuli già a ferragosto

luminarie come nei cimiteri

                                   Cuore freddo

anima che sfugge dalle dita

nel fragore si apre uno squarcio in mezzo al cuore

debolmente senti cosa ti sussurra

con stupore ti accorgi che è tutta una finzione

 preso da mille – inutili – impegni non te ne eri accorto.

non c’è più speranza, non c’è più futuro

per  esseri irragionevoli

colpevoli della prossima estinzione

il Dio denaro

di fame 

per un po d’acqua

per stupide malattie

fa morire ogni anno milioni di bambini

ma come alla morte nessuno ci pensa

ma siamo noi

Io

Tu

la nostra indifferenza a farli morire

TonyM 29 Novembre 2010